Pekovic-Macvan, la coppia che fa paura

Milan Macvan, leonino lungo del Partizan

Vince il Partizan che agguanta il Real Madrid in testa al gruppo. Successo di misura quello degli uomini di Jovanovic che portano a casa due punti importantissimi dopo una partita incerta fino all’ultimo secondo. Decisiva la prova di Nikola Pekovic, sempre più uomo decisivo per la squadra serba, con 20 punti e tanta presenza dentro entrambe le aree. Nel Real Madrid va menzionata la prova di Carroll, autore di 21 punti, tutti segnati nei momenti di maggiore difficoltà per il Real.

In una Pionir Arena completamente esaurita come succede ad ogni gara, la partenza dei padroni di casa è spaventosa: nei primi quattro minuti la squadra di Pablo Laso non riesce mai a vedere il canestro, mentre il Partizan è in forma, andando a realizzare un parziale di 10-0. A bloccare i bianconeri arriva quello che può essere definito un gol di Suarez, che suona la sveglia al Real Madrid e a Mirotic, che si carica la squadra sulle spalle.

 

A poco più di un minuto dalla prima sirena il vantaggio serbo è ridotto a quattro punti, prima di un ritorno di fiamma del Partizan spento da una tripla di Llull al suono della sirena che fissa il punteggio sul tabellone a 22-16. Ad inizio di secondo quarto Carroll imita il suo compagno andando a segno dalla distanza, ma dall’altra parte spunta Pekovic, che con tutta la sua forza trascina la sua squadra. Il secondo quarto sembra una lotta a due tra il centro montenegrino e Jaycee Carroll (per lui 16 punti nella sola seconda frazione), e il Real Madrid riesce anche a mettere il muso davanti sul punteggio di 34-35. Vantaggio che dura poco perché il solito Pekovic e il tecnico di Reyes (già a quattro falli nel secondo quarto) rimettono avanti i padroni di casa, che arrivano all’intervallo lungo avanti 45-40.

Il Real Madrid però rientra concentrata, e in poco meno di due minuti dà vita ad un parziale di 7-2 che riporta la parità tra le due squadre. A questo punto la partita scorre sul filo del sorpasso e del controsorpasso, con l’equilibrio a farla da padrone. Nel finale di terzo quarto il Real si rende protagonista di un 6-0 di parziale che dà aria agli spagnoli e la possibilità di giocare gli ultimi dieci minuti avanti 57-61. Ma l’inerzia della partita è destinata nuovamente a cambiare rapidamente, perché tornando in campo dall’ultima sosta, il Partizan torna la squadra compatta vista nel primo tempo, e guidata dal fisico di Pekovic e i punti di Kecman e Macvan (specialmente dalla lunetta, per lui 8/8) ribalta il punteggio arrivando sul 72-66.

 

Col pericolo che sembra sempre più materializzarsi, è Carroll a riprendere in mano il Real Madrid e a rimettere a posto le cose. Con la tripla di Rudy Fernandez si arriva ad un minuto dalla fine con gli spagnoli avanti 76-78, prima dei liberi di Kecman e Law che ribaltano nuovamente le cose portando il risultato a 80-78 con 17 secondi sul cronometro. Pekovic commette fallo, Llull non approfitta facendo 1/2 dalla lunetta, e, malgrado il rimbalzo conquistato, sbagliando la tripla che assegna la vittoria al Partizan col punteggio di 80-79.

 

Partizan – Real Madrid 80-79 (22-16, 45-40, 57-61)

PARTIZAN: Law 14 (5 ast), Kecman 10, Raduljica 4, Jaramaz, Lucic, Milosavljevic 5, Katic 2, Bozic, Cakarevic 7, Macvan 16 (12 reb), Andjusic 2, Pekovic 20

REAL MADRID: Tomic, Fernandez 13, Sanz ne, Pocius 7, Suarez 4 (6 reb), Reyes 2, Mirotic 9, Rodriguez 5, Begic 3, Carroll 21, Llull 13 (5 ast), Ibaka 2

 

Marco Bizzarri

Annunci

Informazioni su Nicola Martinelli

Seguimi su twitter @N15MART
Questa voce è stata pubblicata in Coppe Europee, Eurolega e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...