Il Cska rinasce nella ripresa: rimonta e batte il Pana all’overtime

Viktor Khryapa

Il match tra Panathinaikos e Cska Mosca non ha deluso certamente le attese. Per risolvere questa autentica battaglia c’è voluto anche un tempo supplementare, e alla fine l’ha spuntata la squadra moscovita. Eppure i greci sono stati in vantaggio per gran parte della partita, e hanno giocato in maniera molto organizzata. L’idea di Obradovic è stata da subito quella di affidarsi ai propri lunghi, che il coach serbo ha fatto ben ruotare. I greci giocando vicino canestro hanno spesso costretto i russi al fallo, e cosi il Pana ha costruito il proprio vantaggio soprattutto dalla lunetta, tirando il doppio dei liberi del Cska. Coach Kazlauskas dopo aver dimenticato in panchina per tutto il primo tempo Shved e Kaun in panchina, li ha inseriti nella ripresa, e proprio loro insieme a Siskauskas e un Kirilenko trasformato dopo il brutto primo tempo, hanno permesso la gran rimonta. Entrambe le squadre arrivavano imbattute a questo incontro, ma dopo stasera lo rimane solo il Cska che balza quindi solitaria in vetta alla classifica del girone B, ma i greci sono sempre li proprio alle spalle dei moscoviti.

L’inizio è molto equilibrato, ma i due attacchi offrono soluzioni spesso ripetitive. I greci sfruttano molto l’asse Diamantidis-Maric, mentre è Siskauskas dall’altra parte a caricarsi i russi sulle proprie spalle segnano i primi sette punti della sua squadra. Il primo mini allungo è proprio del Cska con 5 punti consecutivi di Khryapa. Coach Obradovic però ruota molto spesso i propri uomini e confonde le idee ai russi e con la tripla di Kaimakoglou i campioni di Grecia chiudono il primo quarto in vantaggio 22-17. Il quarto si apre all’insegna di un botta e risposta tra le due squadre che per due minuti poi si bloccano in attacco fino a quando Calathes segna la tripla del 29-26. Momento nero per la squadra ospite, che non riesce a contenere i lunghi di casa che costringono  i loro avversari a spendere 5 falli nel giro di 5 minuti. Il Panathinaikos scava cosi man mano il solco toccando anche il +9, mentre i russi non segnano per ben 7 minuti. La squadra di Obradovic gira decisamente meglio e va all’intervallo sul 41-32. Fin ad ora un Kirilenko incolore.

La musica non sembra essere cambiata e i lunghi greci continuano a dominare, e allora coach Kazlauskas manda in campo Kaun. Dopo il primo canestro di Kirilenko, è proprio il centro russo a riportare con 3 canestri consecutivi, i suoi in partita. Obradovic prova a parlarci su, ma dopo il time out è ancora Kirilenko a siglare la tripla del -1, l’ultimo canestro del quarto di Jasikevicius consente però ai locali di conservare un possesso pieno di vantaggio. Il terzo periodo si chiude 57-54. In apertura del quarto periodo sembra esserci la svolta definitiva, infatti prima la tripla di Logan e poi il costante lavoro di Kaimakoglu sotto le plance e dalla lunetta riportano a -9 il Cska, che ancora una volta per 4 minuti consecutivi non segna. Sblocca quest’altro digiuno ancora Kirilenko, ma siamo ancora sul +7. Però il coach dei russi dopo Kaun pesca un altro jolly, si tratta di Shved, che prima segna 5 punti consecutivi e poi serve una palla d’oro a Krstic che subisce fallo, e dalla lunetta fa 2/2, fissando il punteggio sul 71 pari a 1 dalla fine. La zona russa però disorienta l’attacco greco e Sato finisce per perder palla. Dall’altra parte però Shved non è lucido nel gestire la palla e costringe Siskauskas a un tiro allo scadere dei 24 che non va. Il panathinaikos ha 6 secondi per scongiurare l’overtime ma prima Batiste e poi Kaimakoglu sbagliano due tiri da sotto non impossibili. 71 pari e overtime in arrivo.

Il supplementare lo inizia meglio il Cska e in particolare Krstic che prima segna e poi realizza una gran difesa su Batiste. Dopo l 1/2 dalla lunetta di  Vougioukas, è Khryapa a sfruttare un mismatch contro Sato, ed è quindi 72-75. La parità però la ristabilisce subito Kaimakoglou con una bella tripla. Il finale è elettrizante. Siskauskas segna la tripla del nuovo vantaggio, e Sato sbaglia il tiro successivo, ma il Cska non chiude il match e perde palla a 8 secondi dalla fine. Fallo su Calathes che segna il primo e sbaglia di proposito forse prematuramente il secondo, ma il rimbalzo è dei russi che però sono cosi abili a far girare palla che i greci non riescono a commettere fallo. Il Cska espugna l’Oaka 76-78

MVP DailyBasket: Alexey Shved (Cska): è lui il nostro Mvp. Non tanto per le cifre, ma per aver permesso ai suoi di rientrare quando tutto sembrava perso con un paio di giocate davvero importanti.

Peggiore in campo: Romain Sato(Panathinaikos): l’ex mens sana non ha certamente giocato la sua miglior partita di eurolega. Il “premio” di peggior in campo non è tanto per il comunque non esaltante 3/7 dal campo, ma è perchè sono state un paio di sue mancanze in attacco ma anche in difesa nei momenti finali a costare la partita al Pana.

Panathinaikos-Cska 76-78 (22-19, 41-32, 57-54)

Pan: Kaimakoglou 13, Calathes 11,Batiste 9. Reb.(36) Batiste 6, Calathes 6. Ass.(10) Diamantidis 4, Calathes 3.

Cska: Siskauskas 14, Krstic 13, Shved 10. Reb(40) Krstic 11, Kirilenko 10. Ass.(14) Khryapa 4, Gordon 3.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Coppe Europee, Eurolega. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...